INDICE ARTICOLI

IL FERRO: NOZIONI GENERALI

Il metabolismo del ferro

L'assorbimento del ferro

La tossicitÓ da ferro: la fibrosi

La tossicitÓ da ferro: il danno cellulare

Emocromatosi: che storia!

IL SOVRACCARICO DI FERRO

La classificazione del sovraccarico di ferro

L'emocromatosi nel 2002

L'emocromatosi giovanile

Nuove scoperte nella genetica dell'emocromatosi

Importante scoperta nell'emocromatosi giovanile: il gene dell'emojuvelina

L'emocromatosi giovanile si sdoppia

L'emocromatosi di tipo 4 da difetto del gene della ferroportina

Epcidina ed emocromatosi

L'emocromatosi neonatale

Approfondimenti sull'epcidina

DIAGNOSI

La diagnosi del sovraccarico di ferro

Le cause di iperferritinemia

Biopsie magnetiche

L'emocromatosi nel 2002 - diagnosi

Un nuovo test per lo studio dell'emocromatosi

Delezione del gene HFE: l'emocromatosi caratteristica della Sardegna?

Fattori acquisiti e genetici modificano il quadro clinico dell'emocromatosi

Quantificazione del sovraccarico di ferro mediante risonanza magnetica

Emocromatosi ereditaria: diagnosi genetico-molecolare

TERAPIA

Il salasso terapeutico

La terapia ferrochelante nel trattamento del sovraccarico cronico di ferro

L'emocromatosi nel 2002 - studio famigliare e terapia

COMPLICANZE

Complicanze dell'emocromatosi ereditaria: fegato

Complicanze dell'emocromatosi ereditaria: diabete

Complicanze dell'emocromatosi ereditaria: cardiopatia

Complicanze dell'emocromatosi ereditaria: ossa e articolazioni

Complicanze dell'emocromatosi ereditaria: ipogonadismo

FERRO E ALTRE MALATTIE

Sovraccarico di ferro ed epatite cronica virale

Il sovraccarico di ferro associato ai disturbi metabolici

Il sovraccarico di ferro come fattore di rischio per lo sviluppo del cancro

Una rara malattia da accumulo di ferro focale: l'emosiderosi polmonare

Ferro e morbo di Alzheimer

Iperferritinemia e cataratta: una strana combinazione

Ferro e malattie metaboliche: ruolo dell'alimentazione

Ipotransferrinemia ereditaria: meccanismi fisiopatologici

Il sovraccarico di ferro nei pazienti ematologici sottoposti a trapianto di midollo




Condividi: