Richiesta N. 917 del 26/07/2011

Maschio, 45 anni, 76 Kg, 182 cm

Domanda

Sono affetto da emocromatosi e mi curo con salassi periodici.
Saltuariamente assumo dei fermenti lattici, poiché ho letto che fanno bene per la flora intestinale.
Negli ultimi che ho acquistato (BioEnterum) è presente anche la "Lattoferrina" (20 mg per compressa).
Dal nome mi sembra che possa contenere ferro... è così? Nel caso, è meglio evitare?

Risposta

La lattoferrina è una proteina che può legare ferro (fino a due atomi), ma più che fornitore di ferro può svolgere una funzione di scavenger (legare il ferro presente per ridurre l'efficacia batterica). Alla lattoferrina viene attribuita una funzione difensiva antimicrobica. Non vedo sostanziali controindicazioni. Il contenuto di ferro della lattoferrina è comunque basso.


Ritorna all'elenco delle domande