Richiesta N. 1253 del 07/10/2013

Maschio, 69 anni, 75 Kg, 175 cm

Domanda

Il mio problema riguarda una paziente con sicura emocromatosi ereditaria attualmente incinta per cui le è stato consigliato di sospendere i salassi, ma la ferritina è aumentata da 200 a 450 in quattro mesi; si possono fare i salassi in gravidanza senza problemi per il feto o aspettiamo il parto per riprenderli?

Risposta

Nel caso specifico non credo sia necessario eseguire i salassi in gravidanza, in cui c'è una richiesta importante di ferro soprattutto nel terzo trimestre. Il danno da ferro si sviluppa per valori molto più alti e richiede un lungo tempo di esposizione a concentrazioni di ferro tossiche. Va comunque controllato lo stato del ferro complessivo (ferritina e saturazione della transferrina) per capire dove sta andando la paziente.


Ritorna all'elenco delle domande