IL CENTRO MALATTIE RARE DI MONZA IN FORTE DIFFICOLTA'

Chi conosce l'Associazione da diverso tempo ricorderà che, a più riprese, abbiamo lanciato degli allarmi relativi alla sopravvivenza del Centro Malattie Rare di Monza, punto di riferimento nazionale per la diagnosi e la cura delle malattie da sovraccarico di ferro:

21.06.2007 - L'assemblea annuale dell'Associazione suona l'allarme

16.02.2008 - E' di nuovo allarme per la sopravvivenza del Centro Emocromatosi

03.02.2010 - Intervento dell'Associazione per la sopravvivenza dell'ambulatorio

Nonostante i nostri sforzi, la situazione non è cambiata, anzi è peggiorata!

Negli ultimi due anni la struttura ha perso 2 medici su 3. NON RIMPIAZZATI!
Ora tutta l'operatività del Centro grava sulle spalle di UN SOLO MEDICO coadiuvato dagli operatori sanitari e dalla segreteria i quali, con grande difficoltà ma con eccezionale senso etico e dedizione totale riescono ancora, PER ORA, ad offrire ai pazienti un'assistenza di alto livello.

Nel contempo, il numero di richieste continua ad aumentare e la situazione si fa sempre più critica.
Ad oggi il Centro non può accettare nuovi pazienti perché tutte le risorse sono già impegnate per seguire i pazienti abituali.

Come Associazione abbiamo avuto incontri con la varie Direzioni dell'Ospedale San Gerardo che via via si sono susseguite, senza mai però arrivare a soluzioni definitive.

La Direzione attuale ha mostrato interesse per la situazione e, a differenza delle precedenti, sta compiendo dei passi nella giusta direzione.

Purtroppo però non è ancora sufficiente per un Centro che è considerato un fiore all’occhiello per l’Ospedale di Monza e del quale si sono tanto vantati sulla stampa ed in televisione i vari Dirigenti che si sono succeduti negli ultimi anni.

Non dobbiamo permettere che vada disperso un patrimonio costruito in più di venti anni di lavoro e ricerca e che non appartiene solo all’Ospedale San Gerardo ma a tutti i pazienti, agli operatori sanitari che vi operano e, in definitiva, a tutta la comunità.

La situazione è in continua evoluzione. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

07-08-2019

Aggiornamento del 16-11-2019

Alla data attuale, non abbiamo ricevuto riscontri rispetto alle promesse di sostegno al Centro Malattie Rare.
Abbiamo scritto una lettera alla Direzione dell’Ospedale San Gerardo, senza avere alcuna risposta.

La continuità delle cure è sempre più a rischio. Come prossimo passo, la nostra intenzione è di coinvolgere i mezzi di comunicazione per portare a conoscenza l’opinione pubblica di quanto sta accadendo.